Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Chiesa di Santa Maria della Strada
Itinerario: Paduli
Chiesa di Santa Maria della Strada


  La facciata della chiesa è caratterizzata da un portale inquadrato tra due colonne sormontate da capitelli, che sorreggono due animali accovacciati, un leone e un toro, dai quali si innestano i bracci della cuspide realizzando una specie di protiro. Il portale è costituito da tre fasce concentriche scolpite a intrecci geometrici e a motivi vegetali, che racchiudono l'architrave su cui è rappresentata l'Annunciazione: la scena è inquadrata tra due colonne alle quali sono accostati due uccelli rampanti (pavoni), l'arcangelo Gabriele (a sinistra) e la figura della Vergine seduta in trono (a destra); tra le figure è incisa in greco la salutatio angelica. Al centro, il rosone è caratterizzato da tre corone concentriche scolpite. La fascia interna è lavorata con intrecci vegetali tra i quali si scorgono piccole figure di animali, quella mediana con foglie di acanto, come sul portale, intervallate da piccoli busti di figure rappresentanti il Salvatore e gli Apostoli, mentre la fascia più esterna è decorata con un motivo geometrico. A coronamento di tutta la chiesa corre lungo il perimetro la decorazione di archetti pensili. Sul lato meridionale della chiesa, sotto il campanile a vela settecentesco, è presente una meridiana bizantina, risalente al XIV secolo, con le ore indicate in greco e in latino. 
L'interno, ad una sola navata, presenta sul lato settentrionale la cappella dell'Annunciazione, corredata da affreschi del XVI secolo. Nel piccolo ambiente sono affrescate sul pilastro destro dell'arco l'immagine di S. Nicola di Bari e sul pilastro sinistro quella di S. Antonio Abate. La parte centrale è cupata dalla scena del Cristo in croce, rappresentato tra due angeli, circondato, più in basso, dalle figure della Madonna orante e di San Leonardo di Noblac. La parete sinistra contiene la scena dell'Annunciazione dove si può leggere l'iscrizione di un graffito: ANNO D(OMINI) 1538 / EGO ANGE. Sulla parete di destra, invece, è affrescata la figura della Vergine di Costantinopoli. Nel Settecento, la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica addossato al lato nord della chiesa trecentesca, comportò il cambiamento radicale dell'orientamento liturgico dell'edificio con la realizzazione del nuovo altare maggiore a ridosso della parete meridionale. All'interno della chiesa sono presenti alcune tele: Santa Lucia (1716), Santa Maria Maggiore e San Carlo Borromeo (XVIII secolo), Miracolo della Madonna della Strada (1866) di Francesco Tempesta; e alcune statue: San Giuseppe, l'Addolorata, la Madonna della Strada (in cartapesta). 
Nella piazza antistante la chiesa il 7 settembre 2002 è stata inaugurata la colonna votiva sormontata dalla statua di Santa Maria della Strada.
Corso Umberto I, 17, Taurisano

utilizzo attuale:
La chiesa è regolarmente officiata dal punto di vista religioso, vi si celebra la Messa tutti i giorni e si organizzano incontri con le diverse categorie di persone con molta partecipazione.

bibliografia fonti:
AA.VV., Santa Maria della Strada. Sulle Tracce della Memoria: Rito, Credenza e Tradizioni, Atti del Convegno di Studi a cura di Antonio Ciurlia, Taurisano, settembre 1999, Associazione Culturale Odigitria, 2000. AA.VV., S. Maria della Strada in Taurisano: un esempio dell'architettura romanico-pugliese in Terra d'Otranto dei secc. XIII-XIV, A.C.O., 2001. P. Arthur., B. Bruno, M. Limoncelli, "Notizie scavi Taurisano, Santa Maria della Strada, 2004", Archeologia Medievale XXXI, 2004, pp. 345-346. P. Arthur. G. Gravili, M. Limoncelli, B. Bruno, M.Leo Imperiale, G. Sarcinelli, "La chiesa di Santa Maria della Strada, Taurisano (Lecce). Scavi 2004", Archeologia Medievale XXXII, 2005, pp. 173-205. Mario Cazzato - Aldo de Bernart (a cura di), Architettura Medievale in Puglia. S. Maria della Strada a Taurisano, Galatina, 1992. S. Cortese, Santa Maria della Strada dal XIII al XVI secolo, in I Bizantini del XXI secolo, Atti dei Convegni di Studi nel Salento meridionale, Tiggiano 20 gennaio – Corsano 1 febbraio – Taurisano 20 aprile – Ruffano 23 aprile 2013 a cura di S. Tanisi, Ugento 2013, pp. 93-99. M. Pasquale, La facciata di Santa Maria della Strada a Taurisano in Terra d’Otranto, in I Bizantini del XXI secolo, Atti dei Convegni di Studi nel Salento meridionale, Tiggiano 20 gennaio – Corsano 1 febbraio – Taurisano 20 aprile – Ruffano 23 aprile 2013 a cura di S. Tanisi, Ugento 2013, pp. 59 -92. S. Rocca, L’affresco dell’Annunciazione e il culto del Sacro Cordone in Santa Maria della Strada in Taurisano, in I Bizantini del XXI secolo, Atti dei Convegni di Studi nel Salento meridionale, Tiggiano 20 gennaio – Corsano 1 febbraio – Taurisano 20 aprile – Ruffano 23 aprile 2013 a cura di S. Tanisi, Ugento 2013, pp. 109 -122.  S. Tanisi, Saverio Lillo e il dipinto della Madonna della Strada di Taurisano, in I Bizantini del XXI secolo, Atti dei Convegni di Studi nel Salento meridionale, Tiggiano 20 gennaio – Corsano 1 febbraio – Taurisano 20 aprile – Ruffano 23 aprile 2013 a cura di S. Tanisi, Ugento 2013, pp. 101 -108. Imago (a cura di), La Madonna della Strada in Taurisano, Emeroteca Digitale Salentina, Lecce.

notizie storiche:
La chiesa di Santa Maria della Strada fu edificata tra la metà del XIII e gli inizi del XIV secolo. In stile romanico pugliese, è il risultato di un'evoluzione volumetrico-spaziale protrattasi fino al XX secolo. La struttura originaria era costituita da un'unica navata rettangolare con tetto a capriata, poi sostituito nel Settecento da un tetto con volte a stella. Nel XVI secolo alla chiesa fu accorpata, sul lato nord, la cappella dell’Annunciazione. Nel Settecento fu realizzato un nuovo corpo di fabbrica, sempre lungo il lato settentrionale, coperto da una volta a crociera. Nel corso del Novecento fu costruito un ambiente adibito a sacrestia.  Gli scavi archeologici condotti all'interno della chiesa hanno rilevato l'esistenza di numerose tombe tagliate nel banco di roccia che attestano l'utilizzo della chiesa anche ad uso funerario durante il Medioevo. Sulla costruzione della chiesa “Santa Maria della Strada” di Taurisano si tramandano due leggende. La chiesa, secondo una leggenda, sarebbe stata edificata da un mercante di oggetti preziosi che, mentre di notte attraversava una fitta boscaglia, fu assalito dai briganti. Apparve allora la Vergine Maria invocata dal mercante e i malfattori fuggirono nella foresta; In segno di riconoscenza, il mercante fece erigere sul luogo dell’apparizione una cappella che cinse con un cordone di seta e oro, ricavato con la fusione degli oggetti preziosi che trasportava. In seguito il cingolo fu sostituito con uno di seta e argento, infine con uno di cera rossa (inizi secolo XVIII). La seconda tradizione racconta che nel basso Medioevo, la Madonna invocata dal popolo, apparve e salvò la piccola comunità di Taurisano da una terribile epidemia di peste. Anche in questo caso fu edificata la cappella, cui venne donato un cordone d’oro sostituito in seguito da uno di argento e infine da uno di cera.  Secondo fonti ecclesiastiche degli inizi del Settecento, la mattina dell’8 settembre di ogni anno, giorno in cui si festeggiava Santa Maria della Strada, il popolo di Taurisano trasportava in processione un cordone di cera rossa dalla chiesa madre alla chiesa di Santa Maria della Strada. Qui giunti, cingevano l’edificio con il cordone che rimaneva attaccato ai muri perimetrali fino alla ricorrenza dell’anno successivo. Questo rito, andato in disuso negli anni settanta del secolo scorso, è stato ripreso nel 1999 con un cordone di cera. L’ 8 settembre 2004, solennità di Santa Maria della Strada, in coincidenza con il 150° anniversario della proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione, la chiesa è stata elevata alla dignità di Santuario Mariano Diocesano.   



Info
proprieta:
Comunale
ente gestore:
Comune di Taurisano
persona contatto:
Comune di Taurisano
periodo orario apertura:
Aperta
accessibilita:
Accessibile
conservazione:
Buono
data periodo costruzione:
Metà del XIII - inizi del XIV secolo
nome locale:
Chiesa di Santa Maria della Strada
origine toponimo:
Il nome della Chiesa deriva dal fatto che l'edificio era un’importante stazione per il riposo dei pellegrini che, attraverso la Via Misteriosa o della Perdonanza, partendo dal Nord della Puglia, si recavano al Santuario di Leuca. 
virtual tour:
Chiesa di Santa Maria della Strada
telefono:
0833625900
num gps:
26
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Chiesa di Santa Maria della Strada
163 m
Ipogeo La Scalea (Palazzo Colonna)
Corso Umberto I, 198, Taurisano
165 m
Chiesa della Trasfigurazione
Corso Umberto I, 119, Taurisano
182 m
Palazzo Ducale Lopez y Royo
Piazza Castello, Taurisano
205 m
Casa Vanini
Roma 44, Taurisano
209 m
667 m