Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Tumulo funerario
Itinerario: Naturalistico/archeologico
Tumulo funerario


Il tumulo 7, ritrovato in un'area che comprende almeno un altro centinaio di tumuli funerari, tra le marine di Pescoluse e Torre Pali, costituisce un'importante scoperta archeologica. Si presenta come un cumulo di pietre su un'area di 200 mq. a pianta trapezoidale. Sul lato Est è presente una cista litica di forma rettangolare che al momento della scoperta mostrava al suo interno tre vasi con incinerati. Uno spesso strato di terra separava queste tre sepolture da almeno 50 individui inumati. Nell’area, prospiciente la cista litica, sono venute alla luce pietre bruciate riferibili a un piccolo altare dove accendere fuoco a scopo rituale.  Il monumento sembra delimitato sul versante meridionale da una sorta di muro costituito da una fila obliqua di grandi massi lunga circa 14 m e interrotta dalla strada. Al di qua del muro e, anch’essa interrotta dalla strada, è una superficie con pietre di circa 50 mq al cui interno si trova una buca cultuale di forma circolare delimitata da otto lastre che conteneva terra bruciata e vaso rotto quasi a metà. A circa 1 m da questa e addossata al muro in asse con la cista, una struttura quadrangolare il cui riempimento era costituito da pietre, terra e resti ossei. Da un campione di carbone proviene la datazione 2930-2750 a.C. Al centro del tumulo è stata rinvenuta una struttura di combustione, piena di terra e ossa bruciate, servita probabilmente per incinerare gli individui, cui potrebbero appartenere i resti raccolti nei tre vasi posti alla base della cista.
Località Montani, Salve

vincoli:
Vincolo Archeologico

bibliografia fonti:
AA.VV., L'orizzonte culturale del III millennio a.C: Il tumulo 7 di Salve (Lecce), in Origini XXXII: Nuova serie IV 2010,pp. 203-258

notizie storiche:
Nel III millennio a.C. le comunità eneolitiche che vivevano nel territorio di Salve costruirono monumenti fatti di terra e pietre che utilizzarono come luogo di culto e sepoltura. Sono stati censiti nell’intera area oltre 90 monumenti funerari, alcuni dei quali definiti come tumuli funerari, altri come monumenti cultuali. La scoperta del tumulo n.7 di Salve ha apportato interessanti novità poiché questo monumento appare caratterizzato proprio da due differenti destinazioni d’uso, che interagivano tra di loro e che corrispondono l’una al trattamento dei corpi, l’altra come probabile zona di rispetto dalla valenza cultuale. Se ne deduce che il monumento funerario, rappresentato dalla cista e dalla retrostante struttura di combustione è stato aggiunto in un secondo momento dando continuità all’uso cultuale di un’area che doveva essere già nota per la sua vocazione sacrale. Di estremo interesse risulta la coesistenza dei due riti, inumazione e incinerazione, che rimanda alla complessità delle pratiche funerarie del III millennio. 


Info
proprieta:
Privata
ente gestore:
L'associazione Archès ha una convenzione col proprietario per visite guidate all'interno.
persona contatto:
Associazione Arches
cellulare:
3278410214
website:
www.associazionearches.it
periodo orario apertura:
Aperto
accessibilita:
Accessibile
servizi:
Visite guidate su prenotazione
conservazione:
Buono
data periodo costruzione:
IV - III millennio a. C.
origine toponimo:
Il sito prende il nome dalla famiglia proprietaria dell'area.
num gps:
193
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Tumulo funerario
291 m
Grotta Montani
Località Montani, Salve
654 m
Grotta di San Pantaleone
Lungo il Canale dei Fani, Salve
716 m
Antica Masseria del FANO
Via Vicinale Fano, Salve
925 m
Dolmen Argentina-Graziadei
Loc. Marina di Pescoluse (Tra Lido 5 Vele e Lido Le Maldive), Salve
935 m
Grotta Febbraro e Marzo
Località Macchie don Cesare, Salve
1274 m
Masseria Palombara
C.Da Palombara, Salve