Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Castello Brancaccio
Itinerario: Paduli
Castello Brancaccio


Il Castello di Ruffano, situato nel punto più alto del paese, fu edificato da Rinaldo Brancaccio nel 1626 su una preesistente rocca medioevale. L’edificio si presenta privo di un apparato di difesa, rispecchiando perlopiù i canoni architettonici di un grande palazzo baronale costruito come dimora signorile. A caratterizzarne la struttura è la splendida loggia, voluta da Carlo Brancaccio nella seconda metà del 1600, che unisce il palazzo baronale alla Chiesa Matrice; grazie alla “Loggia Brancaccio” i nobili del tempo potevano assistere alle funzioni religiose attraverso un’apposita finestra che affacciava direttamente all'interno dell'edificio sacro.  Nei primi anni dell'800 Nicola Ferrante, come Carlo Brancaccio aveva fatto per Piazza del Popolo, arricchisce il fronte del castello in Piazza S. Francesco col Portico dei Mercanti, sovrastato dalla "Loggia Ferrante". La facciata del castello è impreziosita da diversi bassorilievi con simboli di guerra, scudi, lance e cannoni, mentre il portale reca lo stemma della famiglia Ferrante. Nel grande atrio spicca la statua del principe Brancaccio sotto il cui dominio il feudo raggiunse il massimo splendore.
Piazza del Popolo - Piazza San Francesco, Ruffano

vincoli:
Vincolo Architettonico

bibliografia fonti:
D. De Lorenzis, Il feudo di Ruffano dai Brancaccio ai Ferrante: ristrutturazione della roccaforte e politiche di rinnovamento urbano tra Sei e Settecento, in V. Cazzato, V. Basile (a cura di), Dal Castello al Palazzo Baronale. Residenze nobiliari nel Salento tra XVI e XVIII secolo, Galatina 2008

notizie storiche:
Il Castello fu edificato dalla nobile famiglia Brancaccio nel 1626. L'edificio rimase in possesso della famiglia Brancaccio fino al 1680, anno della morte di Carlo Brancaccio. A causa dei debiti contratti nel tempo, i successori non riuscirono purtroppo a rimanere in possesso del feudo e quindi del castello che passò a Francesco d'Amore, marchese di Ugento. La proprietà restò alla famiglia d'Amore fino al 1753; successivamente la proprietà e il feudo furono acquistati da Matteo Ferrante, luogotenente della Regia Camera della Sommaria. Nel 1835 il castello fu venduto ad Antonio Leuzzi di Latiano, e successivamente alla famiglia Pizzolante, del casato di Salignano, tuttora proprietaria.


Info
proprieta:
Privata
accessibilita:
Non accessibile
conservazione:
Mediocre
data periodo costruzione:
XVII secolo
num gps:
1046
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Castello Brancaccio (en)
70 m
151 m
Marcello Manco
Via V. Emanuele, 48, Ruffano
157 m
Non solo fil
via Pisanelli, 46, Ruffano
158 m
Le terracotte
Via Regina Elena, 68, Ruffano
326 m
Terrecotte Fernando Falcone
Via S.M. di Leuca, 271, Ruffano
387 m
Santuario di San Rocco
Largo San Rocco - Torrepaduli, Ruffano