Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Castello di Acquarica del Capo
Itinerario: Naturalistic/Archaeological
Castello di Acquarica del Capo


Il Castello di Acquarica del Capo è un edificio di età Angioina-Normanna e si presenta come un complesso imponente di grande rilievo storico-culturale. 
Il nucleo più antico, costruito dai feudatari normanni Bonsecolo, era di forma quadrangolare, con ciascun lato che misurava 40 metri, ed era costituito da una cinta muraria rafforzata da quattro torrioni dei quali attualmente se ne conserva solo uno. Resti di questa antica costruzione sembrano individuabili nei resti della facciata di via Roma. Nulla può comunque provare che Giovanni Antonio Orsini, proprietario del castello nel XV secolo, abbia ricostruito completamente la struttura difensiva o restaurato quella di epoca normanna. 
L'interno dell’edificio ospita al piano terra alcune stanze adibite in passato a deposito, mentre al piano superiore ambienti utilizzati come residenza nobiliare. All'interno si distinguono ancora le tracce dell'antica chiesa di San Francesco, che conserva alcune tombe gentilizie.
Piazza San Carlo 11, angolo Via Roma, Acquarica del Capo

utilizzo attuale:
All'interno è presente il laboratorio urbano "Volere Volare" realizzato nell'ambito del Programma Bollenti Spiriti Regione Puglia 2007-2013.

vincoli:
Vincolo Architettonico

bibliografia fonti:
Istituto Comprensivo Statale Acquarica del Capo, Acquarica del Capo, percorsi nel territorio e nella memoria, Print Leader, 2001. C. Sigliuzzo, Castelli Normanni in Terra d’Otranto, in ASP V, 1952, pp. 397-402. A. Brigante, Acquarica del Capo in cammino. Linee storico dalle origini all’Unità, Tricase 2004. M. Cazzato, "Guida ai Castelli Pugliesi: la Provincia di Lecce", Congedo editore, Galatina 1997. M. Salvatore, Tracce di storia in Acquarica del Capo. Le iscrizioni, i campanili, Leucasia 2001. Castello di Acquarica del Capo Castello di Acquarica del Capo Castello di Acquarica del Capo

notizie storiche:
Il Castello di Acquarica del Capo, costruito originariamente dalla famiglia normanna dei Bonsecolo, fu successivamente ristrutturato dai vari feudatari che lo abitarono e, in particolare, da Giovanni Antonio Orsini, principe di Taranto, che ebbe il feudo di Acquarica nel 1432. Il castello passò poi alla famiglia Guarini della quale si distinguono ancora gli stemmi araldici scolpiti sulla facciata.  Il castello è denominato anche “castello aragonese” o “castello sforzesco”. La denominazione di Castello Aragonese si motiva per il matrimonio di una Guarino con Giuseppe d'Ayerbo d'Aragona, principe di Cassano; quella di Castello Sforzesco per il passaggio del baronato, per linea materna, a Maria Riario Sforza. Nel 1980 la famiglia Colella, ultima proprietaria del castello, ha ceduto il fortilizio, divenuto anche per un breve periodo magazzino dei tabacchi, al Comune di Acquarica del Capo che ha redatto un progetto di ristrutturazione dell'intero immobile.


Info
proprieta:
Comunale
ente gestore:
Comune di Acquarica del Capo
persona contatto:
Comune di Acquarica del Capo
periodo orario apertura:
Lun-Ven h. 10-12; Mart e Giov h. 16
accessibilita:
Accessibile
prezzi ingresso:
Gratuito
servizi:
Laboratorio Urbano
conservazione:
Buono
data periodo costruzione:
XV secol
num gps:
163
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Castello di Acquarica del Capo (en)
200 m
Negro Rosario
Via Cesare Battisti, Acquarica Del Capo
217 m
Museo del Giunco Palustre
Piazza dell'Amicizia -Palazzo Villani, Acquarica del Capo
348 m
Luna Chiara
Corso Dante, 17, Acquarica Del Capo
387 m
Tenuta Serre
Via Garibaldi, 45, Acquarica Del Capo
421 m
Farati Renata
Acquarica Del Capo
473 m
B&B Incanto
Acquarica Del Capo