Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Chiesa della Madonna di Costantinopoli
Itinerario: Falesie
Chiesa della Madonna di Costantinopoli


La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, conosciuta localmente come Chiesa dei Diavoli, è una struttura extra-urbana di forma ottagonale, costruita nel XVII secolo dal Marchese Gattinara. La parte superiore della chiesa è definita da un doppio cornicione che rende appena visibile l’estradosso della volta. Un campanile a vela è impostato sulla muratura d’attico sul lato sud-est. L’interno è scandito da paraste angolari con capitelli corinzi e arcate a tutto sesto; la copertura è costituita da una volta a padiglione lunettata impostata sul tamburo ottagonale. Sulle pareti restano i resti degli altari originali. Sull’altare maggiore era raffigurata la Vergine di Costantinopoli adorata da angeli, santi e dallo stesso committente.
Strada dei SS. Medici, vecchia Strada per Tricase Porto, Tricase

vincoli:
Vincolo Architettonico Area del Parco naturale regionale costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase

bibliografia fonti:
F. Accogli, Storia di Tricase. La città, le frazioni, Galatina 1995. F. Accogli, C. Accogli, Tradizioni Popolari a Tricase, Edizioni dell’Iride, 2002. M. Peluso, V. Peluso, Guida di Tricase, Caprarica, Depressa, Lucugnano, Sant'Eufemia, Tutino e Le Marine, Galatina 2008.

notizie storiche:
Secondo la tradizione locale la chiesa fu costruita nel 1685, come riportato dall'iscrizione sulla porta d'ingresso, dal Marchese di S. Martino, Jacopo Francesco Arborio Gattinara, a seguito di un accordo con il diavolo; un’altra tradizione racconta che la chiesa fu costruita dai diavoli in una sola notta. Da qui l'appellativo “Chiesa dei Diavoli”. Nel Settecento nella chiesa si celebrava ancora messa; nel secolo seguente il progressivo decadere della struttura spinse il Vescovo Masselli ad interdirla al culto nel 1878. La tradizione vuole che la chiesa sia stata murata per arginare il male contenuto nella struttura. Nel 1966 l'edificio e l'area circostante sono stati acquistati dall'amministrazione comunale.


Info
proprieta:
Comunale
ente gestore:
Comune di Tricase
persona contatto:
Michele Turco
cellulare:
+393284224666
periodo orario apertura:
Su prenotazione
accessibilita:
Accessibile
servizi:
Area attrezzata esterna
conservazione:
Buono
data periodo costruzione:
1685
nome locale:
Chiesa dei Diavoli o Chiesa Nuova
origine toponimo:
Il nome deriva dalle circostanze della costruzione della chiesa, secondo una tradizione eretta a seguito di un patto tra il marchese Gattinara e il diavolo, secondo un'altra versione costruita dai diavoli in una sola notte. Fu detta anche chiesa “Nuova” per le particolarità che la caratterizzavano: la forma ottagonale e la posizione decentrata rispetto ai luoghi dove quotidianamente si espletavano le pratiche cittadine.
num gps:
105
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Chiesa della Madonna di Costantinopoli
150 m
Masseria Nonno Tore
C.da Madonna di Loreto, Tricase
211 m
Fica Torta
Tricase
475 m
Merico Flavia
Via Marina Serra, Snc, Tricase
482 m
Bosco Biotopo
Strada vicinale Finocchiaro, Tricase
542 m
Chiesa della Natività della Beata Vergine Maria
Piazza Don Tonino Bello, Tricase
565 m
Informazioni Turistiche Tricase
P.zza Pisanelli, c/o Palazzo Gallone, Tricase, Tricase