Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Chiesa della Madonna di Vereto
Itinerario: Fede
Chiesa della Madonna di Vereto


La chiesa, dedicata alla Maddona Assunta, presenta una pianta rettangolare ad aula unica, con una semplice facciata e un piccolo campanile a vela. All’interno era decorata da affreschi, oggi altamente deteriorati, tra cui un interessante affresco raffigurante San Paolo con la spada attorno alla quale è attorcigliato un serpente; ai piedi del santo uno scorpione sormontato da altri due serpenti intrecciati a forma di caduceo. Questa particolare iconografia del Santo lo associa al tipico fenomeno salentino del tarantismo: il riferimento è all’episodio in cui, secondo la tradizione, San Paolo, mentre si trovava a Malta, fu morso da un serpente, ma il veleno non provocò alcun danno, per cui il Santo ottenne il titolo di protettore dal morso di animali velenosi e, di conseguenza, patrono delle tarantate.  La chiesa è meta di pellegrinaggi in occasione dei festeggiamenti di ferragosto.
Strada Vicinale Serre I, Patù

utilizzo attuale:
La chiesa è sconsacrata e viene aperta solo per visite du prenotazione

vincoli:
Vincolo Paesaggistico

bibliografia fonti:
V. Rosafio, Vereto città messapica nel Basso Salento, Lecce 1968 F. D'Andria, L'esplorazione archeologica, in AA.VV., Leuca, Galatina 1978, pp. 47-90 C. Daquino, I Messapi e Vereto, Lecce 1991. C. Pagliara, Fonti per la storia dt Veretum: iscrizioni, monete, timbri anforari, in Annali dell'Università di Lecce, V, 1969-1971, pp. 121-136;  C. Pagliara, Fonti epigrafiche per la storia di Veretum e della Centopietre di Patù, in AnnPisa, VI, 2, 1976, pp. 441-451 M. Lombardo, I Messapi e la Messapia nelle fonti letterarie greche e latine, Galatina 1992. M. Sammarco, Vereto: appunti di topografia, in M. Ciardo, S. Torsello (a cura di), Studi in onore di Antonio Michele Ferraro, pp. 53-65, Tricase (Le), 2008.

notizie storiche:
La Cappella della Madonna di Vereto è collocata nel punto più alto della collina, sito probabilmente dell’acropoli messapica, romana e medievale di Vereto. La chiesa fu fatta costruire su una struttura più grande precedente di età altomedievale, poi rimaneggiata in seguito, agli inizi del Seicento dal Principe Zunica, signore di Alessano. La chiesa ebbe anche una funzione cimiteriale: sono infatti state rinvenute presso l'abside della chiesa più antica due sepolture datate tra il XIII e il XV secolo.


Info
proprieta:
Comunale
ente gestore:
Comune di Patù
persona contatto:
Comune di Patù
cellulare:
+393387441568
fax:
+390833765707
email:
segreteria@comune.patu.le.it
periodo orario apertura:
Su prenotazione
accessibilita:
Accessibile su richiesta
prezzi ingresso:
Gratuito
servizi:
Contattando il Comune di Patù o i Vigili del Fuoco, è possibile visitare la chiesa.
conservazione:
Mediocre
data periodo costruzione:
XVII secolo
nome locale:
Chiesa della Madonna di Vereto
origine toponimo:
Il nome di Madonna di Vereto proviene dal luogo in cui la chiesa fu costruita, corrispondente all'area dell'acropoli del sito archeologico di Vereto.
altri oggetti interesse:
91
telefono:
+390833752061
num gps:
82
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Chiesa della Madonna di Vereto
458 m
Informazioni Turistiche Patù
Via Giuseppe Romano, 65, Patù, Patù
481 m
Masseria La Verna
E. Fermi_Contrada La Verna -, Patù
510 m
Centopietre
Piazza Marco Pedone, Patù
536 m
La Verna
Castrignano del Capo
537 m
Le Corti Di Begio
Via Diaz, Patù
597 m
Ciullo Cosimo
Via Berlinguer, Patù