Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Chiesa di Santa Barbara
Itinerario: Fede
Chiesa di Santa Barbara


La cappella, dedicata a Santa Barbara, fu costruita nel XIII-XIV secolo, all’interno di un complesso conventuale femminile di Clarisse o Benedettine di cui si conservano solo ruderi nei vicini ambienti adibiti a usi agricoli.  La facciata presenta una porta di accesso con architrave monolitico sormontato da una lunetta, probabilmente un tempo affrescata. Sopra la lunetta vi era un rosone oggi occluso da blocchi di tufo. All’interno la cappella presenta un ambiente unico rettangolare con abside semicircolare. Quest’ultimo appare ostruito da blocchi di tufo, provenienti dalla distruzione dell’abside stessa, rivolto ad est. Lungo la parete settentrionale si apre una porta che collegava la chiesa con gli attigui ambienti monastici. Rarissime sono le tracce di affresco ancora conservate: nella parete settentrionale si osservano le tracce di una Déèsis: la Madonna, Cristo e San Giovanni Battista, pertinente alla prima fase di decorazione, ancora bizantineggiante, dell’inizio del Trecento. Altre tracce, tra una ben conservata immagine di una Santa, risalgono alla metà del Trecento. Sulla parete meridionale due Santi a figura intera, Santa Barbara, con il consueto attributo iconografico della torre nella mano destra, e San Bernardino da Siena, sicuramente posteriori alla metà del XV secolo. 
Strada di Santa Barbara, Montesardo, Alessano

bibliografia fonti:
A. Jacob, A. Caloro (a cura di), Luoghi, chiese e chierici del Salento meridionale in età moderna. La visita apostolica della città e della diocesi di Alessano nel 1628, Martina Franca 1999. M. Falla Castelfranchi, La chiesa di S. giovanni Battista e le cosiddette “Centopietre” a Patù, in G. Bertelli (a cura di), Puglia preromanica. Dal V secolo agli inizi del XI, Bari 2004, pp. 269-274. S. Ortese, Un caso di “patrimonio latente”: la chiesetta di Santa Barbara a Montesardo e le sue pitture murali, Kronos 11, 2007, pp. 67-77.

notizie storiche:
Il monastero fu completamente abbandonato, tanto che nel 1590 il vescovo Ercole Lamia, nella relazione della visita pastorale alla parrocchia di Montesardo, non ne fa alcun accenno. I locali monastici annessi alla chiesa hanno subito trasformazioni nei secoli seguenti, quando, abitati da coloni, furono degradati ad ambienti rurali si deposito o a stalle, successivamente crollando.  La cappella fu frequentata fino al XVIII secolo, quando, diventata proprietà di laici, fu adibita ad usi agricoli. 


Info
proprieta:
Comunale
ente gestore:
Comune di Alessano
accessibilita:
Non accessibile
conservazione:
Pessimo/In restauro
data periodo costruzione:
XIII-XIV secolo
telefono:
+390833782715
num gps:
62
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Chiesa di Santa Barbara
498 m
Bio Masseria S. Lucia
C. da Macurano, n.28, Alessano
499 m
Biasco Antonella
Via Campurra 21, Gagliano Del Capo (San Dana)
538 m
Chiesa di Santo Stefano
Strada Provinciale 210, loc. Magurano, Montesardo, Alessano
564 m
Insediamento rupestre Macurano
Strada Provinciale 210, loc. Magurano, Montesardo, Alessano
576 m
Scrutinio Maria Teresa
Trav. C.So L. Ferilli, Sn, San Dana (Gagliano Del Capo)
652 m
Masseria Macurano
C. da Macurano, Alessano