Itinerari
Fede
Paduli
Falesie
Naturalistico/Archeologico
Rimuovi itinerario
Svuota mappa
Categorie
Architettura Civile
Architettura Militare
Architettura Religiosa
Architettura Rurale
Archeologia
Archeologia Industriale
Paesaggio e Natura
Parco naturale
Sito pluristratificato
Epoche
Contemporanea
Medievale
Medievale-Moderna
Messapica
Messapico-Romana
Moderna
Pre-protostorica
Romana
Romano-Medievale
Tomba di don Tonino Bello
Itinerario: Fede
Tomba di don Tonino Bello


Don Tonino Bello morì a Molfetta nel 1993. Fu seppellito nella sua città natale, Alessano, nel cimitero comunale. La tomba è meta di pellegrini da varie parti d'Italia e non solo che lasciano spesso un ricordo del loro passaggio. 
Intorno alla tomba è stato costruito un piccolo muro con una porta simbolica, orientata simbolicamente proprio ad Est, a fianco della quale vi è iscritta la frase: "In piedi costruttori di Pace!", che ricorda il saluto con il quale don Tonino si rivolse al convegno nazionale di Pax Christi.
Sempre attorno alla tomba c'è un albero di ulivo, simbolo della pace, sui cui rami sono stati appesi dai pellegrini di passaggio Rosari, Tau francescani, medagliette miracolose, e altro, come segno simbolico di devozione, o per chiedere intercessione.
Strada Provinciale 210, Alessano

bibliografia fonti:
www.dontonino.it  

notizie storiche:
Don Tonino nacque ad Alessano nel 1935. Dopo gli studi e dopo aver svolto vari uffici nel Salento venne nominato vescovo della diocesi di Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e poi di Ruvo. Sin dagli inizi la sua attività si caratterizzò per la rinuncia a tutti quelli che lui riteneva segni del potere e da una costante attenzione per i più disagiati: promosse la costituzione di gruppi Caritas in tutte le parrocchie, fondò una comunità per la cura delle tossicodipendenze. Nel 1985 divenne presidente nazionale di Pax Christi, il movimento cattolico internazionale per la pace, manifestando contro il potenziamento dei poli militari di Crotone e Gioia del Collle e soprattutto contro l'intervento bellico dell'Italia nella Guerra del Golfo.  Ha assicurato presenza critica e propositiva sia nella realtà ecclesiale, sia nella tormentata vita del Paese. Dopo la sua morte gli fu conferito il Premio Nazionale Cultura della Pace alla Memoria e nel 2007 è stato avviato il processo di beatificazione.


Info
proprieta:
Comunale
accessibilita:
Accessibile
data periodo costruzione:
1993
altri oggetti interesse:
19, 104
num gps:
59
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Tomba di don Tonino Bello
63 m
Masseria Macurano
C. da Macurano, Alessano
69 m
CAAT Alessano
SP 201 Alessano, Alessano
197 m
Insediamento rupestre Macurano
Strada Provinciale 210, loc. Magurano, Montesardo, Alessano
207 m
Chiesa di Santo Stefano
Strada Provinciale 210, loc. Magurano, Montesardo, Alessano
238 m
Bio Masseria S. Lucia
C. da Macurano, n.28, Alessano
698 m
Chiesa di Santa Barbara
Strada di Santa Barbara, Montesardo, Alessano